Sapienza (חָכְמָה – ḥoḵmāh)

Io, la sapienza, abito con la prudenza e possiedo scienza e riflessione. (Prv 8,12)

אֲֽנִי־חָ֭כְמָה שָׁכַ֣נְתִּי עָרְמָ֑ה וְדַ֖עַת מְזִמֹּ֣ות אֶמְצָֽא׃

ἐγὼ ἡ σοφία κατεσκήνωσα βουλήν, καὶ γνῶσιν καὶ ἔννοιαν ἐγὼ ἐπεκαλεσάμην.

ego sapientia habito in consilio et eruditis intersum cogitationibus

Sapienza (חָכְמָה – ḥoḵmāh) dalla radice hkm è il termine ebraico più caratteristico per esprimere la sapienza (in greco σοφία – sophia). Il significato di base di questa parola si riferisce a competenze, ad esempio tecniche, artigianali (Es 28,3; Ger 10,9) o qualsiasi altra attività svolta con particolare abilità. In politica si può riscontrare in un governatore particolarmente dotato (2 Sam 20,22), in un re abile nel governare, ma anche in una persona che semplicemente sa adattarsi abilmente a una determinata situazione.

Hokmah è un termine biblico che può significare anche la saggezza intesa come capacità di plasmare la propria vita, perché nel senso biblico la sapienza è sempre connessa con la vita. Quindi un saggio è colui che ha imparato a vivere e sa come comportarsi correttamente sa dire e fare il bene, ha una vasta esperienza di vita (Pr 22,29; 24,32).

La Sapienza conosce la Verità, conosce i segreti della creazione e Dio, perché era con lui quando metteva in pratica il suo insondabile disegno di creazione (Pr 8). Nella promessa di Gesù dello Spirito di verità, riceviamo il dono di conoscere Dio, di conoscere la verità su Dio, sulla vita e sullo scopo della nostra vita. Gesù dice che lo Spirito di verità ci guiderà alla verità tutta intera (Gv 16). Se lo fa, significa che abbiamo bisogno non solo del permesso di guidare, ma anche della disponibilità a seguire il sentiero di Colui che ci guida.

photography of book page
Photo by Nitin Arya on Pexels.com

Commento